Viaggiando tra una città e l’altra del mondo capita spesso di osservare i nuovi luoghi e le persone con occhio più attento. É inevitabile notare che alcune tendenze soprattutto di carattere giovanile e legate alla moda e all’arredo urbano si diffondono di città in città portando con se a volte significati ben più profondi rispetto alla pura estetica.

Questo è il caso dello Shoefiti, una tendenza diffusa in tutto il mondo che si riferisce alla pratica di lanciare in aria scarpe legate tra loro con i lacci in modo che queste si appendano ai cavi della luce, agli alberi o a i tralicci delle linee telefoniche. Nonostante questa pratica così comune e che si può riscontrare sia nelle piccole città di campagna sia nelle grandi metropoli, il significato di questa moda è ancora poco chiaro e aleggiano molte leggende metropolitane a riguardo: Spaccio di droga – sembra che il fenomeno dello Shoefiti nasca nelle zone rurali e nei quartieri più malfamati degli Stati Uniti per segnalare la zona di spaccio a clienti, bande rivali o persino alla polizia come sorta di avvertimento. Sempre in riferimento al tema della bande criminali, pare che le scarpe appese ai cavi della luce indichino la morte di un membro della gang per omicidio.

Shoefiti: scarpe appese ai cavi della luce

Utilizzo cronico di droga | Bullismo e scherzi goliardici | Gli shoefiti nel mondo del cinema

Utilizzo cronico di droga

Nei pressi delle abitazioni di consumatori cronici e irrecuperabili di droghe di diverso tipo vengono appese le scarpe sui cavi come simbolo del loro stato mentale, sempre “high” distaccato dal mondo reale. Congedo militare – Questo fenomeno probabilmente deriva dal tradizionale rito dei militari americani di lanciare i propri stivali al termine del periodo d’addestramento o al momento del congedo dal corpo militare. L’intento sarebbe quello di lasciare un segno del proprio passaggio, dell’appartenenza a un determinato gruppo. Cambiamento importante – tanti ragazzi che vanno a vivere o studiare all’estero per qualche periodo, giovani laureati o sposi novelli utilizzano questa pratica come rito per marcare un cambiamento forte, radicale nelle loro vite. Lasciare il vecchio per il nuovo e sperare in un glorioso futuro.

Bullismo e scherzi goliardici

In aree dove il fenomeno del bullissmo e le confraternite sono quasi di tradizione lo shoefiti viene utilizzato come sinonimo di sfregio e presa in giro nei confronti del malcapitato o del nuovo arrivato. Più le scarpe sono costose più i bulli sono invogliati a legarle e a lanciarle su altissimi cavi della luce. Folklore giovanile – una moda alternativa in voga tra i giovani adolescenti di tutto il mondo che vogliono semplicemente liberarsi di vecchie scarpe e utilizzarle come decoro o per abbellire la città e renderla più caratteristica.

shutteffrstock_355591472

 

Gli shoefiti nel mondo del cinema

A prescindere dal loro vero significato, la loro popolarità è aumentata grazie anche a diversi film e serie TV in cui compare questa misteriosa pratica. In Big Fish le scarpe appese compaiono all’ingresso di Spectre, l’idilliaco villaggio dove tutti camminano a piedi nudi, nella serie tv Better Call Saul le scarpe legate ai cavi indicano il luogo in cui viene coltivata illegalmente la droga, mentre in Sesso e Potere rappresentano un rituale in omaggio al sergente William Schumann. Lo shoefiti compare anche nel capolavoro italiano di Giuseppe Tornatore Stanno Tutti Bene. La comparsa sul grande schermo in opere cinematografiche molto apprezzate dal pubblico ha sicuramente contribuito a diffondere questa moda anche solamente per un puro scopo estetico ed emulatorio. Da qui nasce anche uno spiccato interesse di artisti e fotografi della scena indipendente e underground di tutto il mondo per queste scarpe volanti, tanto da renderele oggetto di installazioni, mostre fotografiche e blog dedicati a catalogare le varie località dove compare il fenomeno.

Scopri le nostre migliori offerte