Lo skyline futuristico di Dubai, la sagoma sinuosa della Statua della Libertà ed ancora le sfere riflettenti dell’Atomium e le mille attrazioni, viste, riviste e fin troppo note. Per chiunque apprezzi il fascino del mistero invece ho qualcosa di ben più interessante. Avete mai pensato di scoprire gli angoli più remoti e meno noti?

Non sono assolutamente mete turistiche e proprio per il loro totale stato di abbandono sanno attirare ed incuriosire i cultori del genere. Voglio farvi scoprire le città fantasma disseminate per il globo e dare un breve sguardo a quello che sono oggi queste mete, completamente remote e disabitate.
pripyat

Ragazzi Halloween è alle porte dopo tutto: quale modo migliore per inaugurare la festa che raccontarsi i brividi che queste città fantasma provocano? Partiamo dalla prima lugubre meta in lizza, che a mio parere vince il primato grazie alla sua tristemente nota storia.

Pripyat, si trova a soli 3 chilometri da Chernobyl e dopo il distastro nucleare del 1968 è stata completamente abbandonata. Per queste strade desolate, tutto è rimasto intatto, solo la natura ha ricominciato a riprendere il controllo, ricrescendo sulle rovine.

kolmanskop

Nella lista degli orrori compare anche la città di Kolmanskop: costruita nel 1908 è la città fantasma per eccellenza del deserto della Namibia. La sua storia è semplice: un minatore ci trovò dei diamanti e scoperto che la città ne era ricca, molti minatori tedeschi decisero di trasferirsi qui dopo che il governo federale tedesco aveva dichiarato la zona ‘Sperrgebiet‘, zona riservata.

Spinti dalla sete di denaro, non estranea nel tempo alla storia, anche attuale tedesca, i minatori decisero di costruire una vera e propria città in stile architettonico tedesco. Dopo la Prima Guerra Mondiale la città fu lentamente abbandonata, fino ad essere inghiottita dalle sabbie del deserto. Al mattino spesso una nebbia sottile si leva dal mare, acuendo il clima già spettrale.

Adesso invece vi presento Oradour-sur-Glane, per le cui strade ancora aleggia lo spettro della cattiveria umana. Attualmente proprio accanto al borgo è stato costruito un piccolo borgo omonimo con 2257 abitanti. Quale la storia che si nasconde dietro questa città fantasma?

Il Limosino durante la Seconda Guerra Mondiale cadde sotto il controllo tedesco ahimè. Per soffocare la Resistenza francese nel momento in cui cominciava a serpeggiare la speranza di una liberazione, i tedeschi decisero una rappresaglia. Riunirono con il pretesto di un controllo dei documenti, tutti gli abitanti di Oradour, chiusero donne e bambini in chiesa e rinchiusero gli uomini in granai già pieni di mitragliatrici e spararono a tutti.

Macabro particolare? Spararono alle gambe affinchè la morte fosse più lenta e atroce.
Anche in Basilicata, regione a me molto vicina, ci sono comuni fantasmi. Non facciamo ora dell’ironia sul fatto che la Basilicata non è proprio la più vivace tra le regioni italiane, perchè questa città abbandonata è stata anche al centro delle riprese del colossal ‘La Passione di Cristo‘ e di ‘Quantum of Solace’.

craco

La città di Craco è stata evacuata dopo una serie di pericolosissime frane negli anni ’60. Passando invece ad un altro angolo d’Europa, basta pensare a Doel, un comune fantasma del Belgio.

Nata come centro elettronucleare, è stata evacuata nel 1999 per far sede ad impianti portuali ed è diventata la meta clou per i graffitisti.

Nel deserto di Atacame infine, si trovano due industrie chimiche, Humberstone e Santa Laura (Cile) abbandonate in cui venivano raffinati i nitrati di potassio. Assolutamente spaventevoli.23

atacame

Da citare anche la città greca di Varocha: situata sull’isola di Cipro, era la meta turistica per eccellenza tra gli anni 60 e 70 e attirava un gran numero di turisti. Proprio qui vennero costruiti svariati Hotel di lusso, ma la notizia dell’attacco turco fece fuggire lontano gli abitanti, che da allora non sono mai tornati.

Voliamo ora alla volta della Turchia stessa, per dare uno sguardo ad Ani, l’antica capitale dell’Armenia, che fu completamente abbandonata nel XIX secolo. Nella provincia di Saragozza invece si trova Belchite, distrutta nel corso di una battaglia che porta lo stesso nome nel 1937. Franco decise di ricostruirla come era, ma lasciando le rovine dell’originale quale monito per l’avvenire.

Ultima nella lista delle 10 città fantasma è Bodie in California. Si tratta forse della città città fantasma più famosa al mondo, nei dintorni del Lago di Tahoe. Abbandonata dopo la fine della corsa all’oro, presenta edifici ancora intatti.