D’accordo ragazzi, l’argomento dell’articolo di oggi è più che altro volto a soddisfare una curiosità che da qualche giorno mi ossessiona: uscendo di corsa dalla stazione ubahn di Stadtgarten a Dortmund, nel nord della Germania, non ho potuto non notare una gozzoviglio di scarpe appese alle fronde degli alberi.

Shoefiti, a volte italianizzato in scarpe volanti, è un termine che si riferisce alla pratica di legare tra loro i lacci di due scarpe e di scagliare queste ultime in aria, in modo da farle restare appese ai cavi delle linee elettriche o telefoniche. Le scarpe sono legate tra loro dai lacci e vengono lanciate verso i fili come una sorta di bolas.

Il fenomeno nasce nelle zone rurali e urbane degli Stati Uniti come manifestazione del folklore adolescenziale. In merito al vero significato di questa misteriosa tendenza sono state date diverse interpretazioni collegabili allo spaccio di droga o alle bande giovanili. Alcuni dicono che appendere le scarpe ai fili serva come segnalazione di luoghi dove vi è spaccio o consumo di droghe, come crack o cocaina, altri sostengono che questa pratica sia usata dalle bande giovanili per commemorare un loro membro vittima di un omicidio o semplicemente per delimitare i loro confini, oppure per segnalare luoghi dov’è possibile compiere furti in diversi momenti della giornata, a seconda del tipo di calzature

shoefiti

Voglia di viaggi? Scegli tra le offerte attive