‘Il Carnevale a Rio, uno spettacolo di piazza, con gente interessante in cui imbattersi in ogni angolo e giovani brasiliane che mostrano le loro sinuose curve’

Non ho dubbi sul fatto che nel momento stesso in cui avete connesso insieme le parole Carnevale e Rio, queste sono state le prime associazioni che vi sono venute in mente. Quest’articolo tuttavia si pone come obiettivo quello di allargare i vostri orizzonti e di mostrarvi tutto quello che questa eclettica e selvaggia metropoli ha da offrirvi durante la festa più pazza dell’anno. Credetemi, vi stupirò: ho visto da vicino questa festa :)

Ecco qui il quadro che vi si prospetta dinanzi: una folla di gente che vortica nelle strade in un ambiente festoso ed accogliente. Coriandoli lanciati in ogni angolo, rulli di tamburi e canti di festa si confondono e quasi coprono le sirene delle ambulanze e dei pompieri che soccorrono i loro pazienti. 

Ho deciso dunque che per darvi una testimonianza veritiera sarei dovuta andare io stessa in Brasile e prendere parte ai festeggiamenti! Prenotato un volo, mi sono messa in marcia ed in men che non si dica eccomi persa tra la folla, nel pieno della parata. Dopo qualche ora di festa, mi dirigo verso il Sambodromo, dove oggi avrà luogo la sfilata. La necessità di una pausa mi porta fino ad un piccolo bar e mentre aspetto da bere mi ritrovo già nel mezzo di un’accesa discussione con Juliano, il mio vicino di tavolo. E’ nato proprio in questa città e ne conosce scheletri e segreti, ma soprattutto sa consigliarmi e redarguirmi sulla festa che mi appresto a scoprire.

Grazie a Juliano adesso so qualcosa di assolutamente folle sul Carnevale, che sono sicura vi interesserà scoprire. I brasiliani ad esempio sono soliti dire che non si può mai sapere con certezza come sia andata la notte prima di 9 mesi..Questo e molto altro ancora troverete nel mio articolo, stay turned!

carnaval de rio

Rio de Janeiro e la Coppa del Mondo 2014

Oh Rio, tra tutte le grandi città che ho conosciuto tu sei regina! Conoscete una città che sia più marcata da contraddizioni della seconda metropoli del Brasile? Da una parte uno skyline imperioso, marcato da grattacieli titanici e un’estravagante tocco di modernità, dall’altra le favelas, un nugolo di baracche e capanne che caratterizzano i sobborghi della città. Di giorno il miglior intrattenimento sarà quello offerto dalle spiagge bianche e dal mare cristallino, mentre di notte si scatenano i locali: se siete turisti tuttavia, non posso che consigliarvi di tenere d’occhio gli oggetti di valore. Tutti questi contrasti sono l’essenza stessa di Rio.

In occasione della Coppa del Mondo dello stesso anno il Brasile ci ha davvero stupiti per la sua bellezza e per le sue meravigliose città che la nostra equipe ha visitato. Non eravamo lì per la finale della Coppa del Mondo, ma chi non ha sentito parlare del Maracanã? Anche solo per l’omonimo tormentone di Emis Killa! I festeggiamenti per la Coppa del Mondo sono terminati già da un pezzo, ma Rio è pronta ad accogliere la seconda stagione del Carnevale, che in Brasile è celebrato quanto il Calcio.

carnival rio2

Le scuole di Samba si preparano al grande evento

Affascinanti ballerine che si agitano nei loro costumi vivaci e colorati seguendo il ritmo suadente della Samba attraverso le strade cittadine: questo è solo parte del successo che porta  qui ogni anno a Rio oltre 88500 turisti. Credetemi, le grandi sfilate del Carnevale di Rio sono da vedere almeno una volta nella vita!

La stagione del Carnevale a Rio si inaugura ufficialmente il Venerdì che precedere il Mercoledì delle Ceneri ed ogni anno le scuole di samba scelgono un tema, il design delle loro sfilate di carri ed i costumi abbinati. Ogni scuola può avere fino a 40 gruppi e nell’insieme ci sono tra i 3000 ed i 5000 partecipanti e fino a 8 carri. La Domenica ed il Lunedì la competizione si fa seria: Sei scuole si sfidano davanti ad una giuria di 40 persone all’interno del Sambódroma. L’arena si trova nel quartiere di Estácio ed è lunga oltre 700 metri.

Rio de Janeiro e la vera storia del Carnevale

Adesso che ho finalmente trovato un nuovo amico, brasiliano di nascita, non posso che approfittarne per carpire ogni segreto sulle tradizioni del Carnevale qui in Brasile. Mi viene detto che il Carnevale è più che altro una Festa ‘non stop‘ che si protrae fin da Dicembre. Da Dicembre fino a Febbraio, quando ha luogo la celebrazione più grande è un susseguirsi di eventi. E poi non si tratta soltanto di una sola grande sfilata per le strade del centro, ma piuttosto di tantissime sfilate che abbracciano le vie del centro e che sono caratterizzate da diversi temi. Un esempio? La sfilata dei single o quella gay :) Quest’anno le feste previste in città erano ben 458 gente!

Non vi serve molto per recarvi a far festa a Rio: un telefono, il vostro fidato passaporto e del denaro e Rio vi accoglierà a braccia aperte, trascinandovi nel clou dei festeggiamenti. L’organizzazione delle sfilate negli ultimi anni è migliorata tantissimo, tanto che è diventato molto più facile spostarsi da una sfilata all’altra e muoversi tra la folla!

carnival rio3

Carnevale e Football

Qui a Rio, Carnevale e football corrono sullo stesso piano. Il mio amico brasiliano mi conferma quanto sapevo: i Brasiliani si colorano di passione sia che si tratti di football che di Carnevale. Esattamente come il calcio, il Carnevale si organizza in squadre. Ogni anno le squadre migliori rientrano nella rosa del ‘Grupo Especial‘, che raggruppa i 12 team migliori, valutati da una giuria di 40 persone e scelti sulla base della migliore realizzazione artistica del tema, dell’interazione delle voci, della qualità di danze e suoni. All’interno delle squadre tutto è super organizzato ed ognuno ha il suo ruolo. Tra tutti i ruoli, quello della «rainha de bateria”  è il più importante: si tratta infatti della regina che guida le danze di gruppo.

Altra somiglianza con il calcio? Proprio come ogni team che si rispetti tutte le scuole di danza hanno un proprio colore. Riconoscerete ad esempio la scuola di samba di Beija-Flor per l’abbinamento di bianco e blu e quella di Grande Rio per la scelta di rosso, verde e bianco.

Il carnevale in diversi paesi

Mentre nella maggior parte dei paesi il Mercoledì delle Ceneri segna la fine dei festeggiamenti per il Carnevale e l’avvio austero della Quaresima, qui a Rio è la giornata della Premiazione per il Miglior Gruppo della sfilata. Ben 10 categorie diverse da giudicare e 4 giudici per ognuna di esse: un lavoraccio! Per i tre che guadagnano il podio il premio è in denaro e la Cerimonia è tanto importante da essere trasmessa in diretta in tutto il paese e tiene i brasiliani in suspense fino alla premiazione. Dopo la cerimonia fuochi d’artificio svettanti al cielo ed il via ufficiale ai festeggiamenti.

Il Sabato successivo, che quest’anno è il 21 Febbraio, i sei Gruppi migliori si esibiscono di nuovo, ma questa volta niente gara!

A chi l’onere di pagar le sfilate?

C’è ancora una cosa che proprio mi piacerebbe scoprire. Come possono pagare queste esorbitanti cifre per carri, costumi e giù di lì delle semplici scuole di ballo? Rio non è affatto celebre per i suoi alti standard economici, ma piuttosto per la povertà che assilla chi è relegato nei sobborghi…

Ecco allora Juliano arrivare in mio soccorso: le scuole di danza lavorano tutte insieme durante l’anno per la sfilata principale del Sambódromo e raccolgono il denaro di cui necessitano con sponsor ed investitori non ufficiali. I ballerini di conseguenza provvedono di tasca propria ai loro costumi e per alcuni di loro la cosa può essere molto dispendiosa dal momento che un costume può costare dai 100 ai 700€. La grande passione dei brasiliani per questa festa li spinge a trovare i mezzi :) Ma dove finiscono i vecchi costumi alla fine della stagione del Carnevale? Pare ci siano diverse opzioni: molte scuole li li regalano come souvenir ed altre invece li donano ad un’altra scuola di Samba affinché siano riutilizzati per la stagione successiva.

carnaval de rio

Dopo la sfilata cosa fare?

Mi pare ovvio chiedermi a questo punto cosa fanno i brasiliani finita la sfilata: non andranno certo a letto, no?  Porgo la domanda a Juliano sorridendo si affretta a chiarirmi che la fine della sfilata non è certo la fine della festa! Al contrario nei locali è solo adesso che si avvia la festa: danze scatenate, urla e canti accompagnate dallo scorrere dell’alcool fino al nuovo sorgere del sole. E poi è risaputo: in Brasile non solo sanno come divertirsi, ma anche come sedurre! Ma quindi è davvero così facile trovare qualcuno con cui passare la serata? O sono solo legende? In risposta alla mia domanda un sorriso sornione da parte di Juliano ed una risposta che oserei definire meditata ‘A Rio siamo soliti dire che è solo dopo 9 mesi che si può realizzare cosa si è combinato nella folle notte del Carnevale’. ‘In Brasile andiam matti per curve ed abbronzatura!’- mi suggerisce.

Alla fine della serata voglio chiedere a Juliano qualcosa di personale, vorrei mi raccontasse quale è il suo ricordo migliore del Carnevale a Rio. E’ un’esibizione della sua scuola di samba preferita, la ‘Unidos da Tijuca’, che ha fatto una sfilata celebrativa in onore del pilata di Formula 1 Ayrton Senna.

Cosa fare a Rio durante il Carnevale?

I bicchieri sono ormai vuoti ed è tempo di salutarsi :) Lascio il mio amico dopo mille ringraziamenti e mi avventuro per le strade di Rio. La stagione del carnevale quest’anno va dal 13 al 18 Febbraio ed è sicuramente una buona occasione per scoprire il Brasile. La prima cosa che viene in mente quando si pensa a Rio è sicuramente l’immensa statua che troneggia sulla città, quella del Cristo. Per raggiungerlo è possibile ricorrere al treno o fare la salita a piedi e la vista una volta in cima è mozzafiato. Ricordo di aver visto in passato un documentario in cui l’artista inglese Dynamo lievitata accanto alla Statua del Cristo e questo ricordo è ancora indelebile della mia memoria. Pão de Açúcar, lo sperone di granito a picco sull’oceano è un’altra delle celebri attrazioni della città: di qui potrete godere di un’altra incomparabile vista sulla città, soprattutto al calar del sole.

Altro punto forte della città è la Scalinata coloré Selaron, disegnata dall’artista cileno Jorge Selarón che l’ha creata con tegole e specchi colorati. I turisti si fermano spesso qui per ammirare i 220 scalini colorati e le mura che li circondano. Proprio su questa scalinata sono stati girati diversi videoclip, uno tra tutti quello di ‘Beautiful’ di Snoop Dogg e Pharell. Una tappa obbligatoria è in spiaggia. Le più celebri sono quelle di Ipanema e di Copacabana, con spiegge bianche e mare cristallino sommate a corpi statuari per un panorama da urlo :) Detto ciò, un viaggio a Rio mi sembra un’idea eccellente per combinare turismo e divertimento!

carnaval de rio

Da Travel blogger non potevo non suggerirvi un’idea per il pernottamento: ho scelto un delizioso Hotel 3 stelle, recensito con un punteggio di 4/5 su tripadvisor. Si tratta dell’Hotel Granada ed il link lo troverete facilmente cliccando sulle immagini :)