paninoGirare per il mondo riserva sorprese a dir poco stupefacenti: spiagge bianche ai tropici, futuristici monumenti nello skyline di New York e veri e propri angoli selvaggio, come sfuggiti alla fiumana della storia.

Amo viaggiare ed ogni volta che raggiungo un posto nuovo cerco quanto più possibile di adattarmi alla cucina e alle tradizioni del luogo: noi italiani siamo abbastanza esigenti in materia di cibo, ma vi sorprenderà scoprire quante prelibatezze è possibile scoprire in giro per il mondo.

Date un’occhiata tanto per cominciare all’appetitoso panino Newyorkese qui di fianco (Shake Snack) e poi fiondatevi con me nella lettura di ‘Le esperienze culinarie da fare almeno una volta nella vita’.

mandarinoSeguendo la lista del Sydney Morning Herald ho analizzato le esperienze culinarie più interessanti per palati esigenti e ricercati. Per prima cosa facciamo tappa a Londra e non certo per assaggiare un fish & chips da un chioschetto per hot dogs!

Ci accomodiamo al Dinner di Heston Blementha ed ordiniamo un Meat fruit, comune antipasto del ristorante che, lungi dall’essere un comune frutto è un complicatissimo patè di pollo e foie gras ricoperto da gelatina di agrumi. 16 sterline di puro piacere.

boloIl prossimo viaggio in Portogallo è già segnato in agenda: se non altro per procurarmi un appetitosa Pasteis de Belem! Queste piccole paste alla crema sono diffuse in tutto il Portogallo, ma nell’isola di Madeira hanno questo nome.

Devo tuttavia ammettere che dovendo scegliere il miglior posto in cui assaggiarle do ragione al Sydney Morning Herald. A Lisbona bisogna fare un pò di strada per raggiungere la pasticceria indicata come migliore, ma vale davvero la fatica: salite verso il Monastero dos Jeronimos e fermatevi nella piccola bottega artigianale lì di fianco che sforna ogni giorno oltre 15000 paste artigianali.

poAltra esperienza culinaria nella lista della popolare rivista è poi la Pho, una famosa zuppa vietnamita che è cucinata in diverse varianti diverse a seconda della zona del paese in cui la si ordina.

Nel Nord del Vietnam verrà solitamente accompagnata da tagliatelle fresche di farina di riso, in una ciotola di brodo di carne aromatizzato, mentre nel sud del paese è accompagnata da erbe fresche e genuine quali menta, basilico e coriandolo. Meglio la versione del Nord del paese o quella meridionale? A voi l’ardua sentenza.

meringaHo una proposta culinaria irrinunciabile adesso da proporvi: magari raggiungere questo continente appositamente per assaggiarlo risulta un pò esagerato, ma se siete lì fateci seriamente un pensierino. Siamo nella terra di canguri e koala, nella remota e selvaggia terra australiana e siamo volati nel dettaglio alla volta di Sidney.

L’icona della città è l’Opera House e il delizioso dessert che vi presento ricorda vagamente nelle forme la sua curiosa forma.

Il Ristorante Quay propone come dessert nel suo super chic menù da soli 175€ uno Snow Egg, una super meringa a forma di uovo con un cuore di gelato cremoso.

beirutAvete mai sentito parlare delle bellissime spiagge del Beyrut? La cucina araba è famosissima per l’essere super speziata e gustosa, ma l’idea alla base dell’iniziativa portata avanti presso il souk El Tayeb è davvero originale.

Presso questo mercato ortofrutticolo infatti si celebra lo sviluppo sostenibile e l’agricoltura biologica. Come? Prodotti freschi e zero spreco ed ogni giorno un cuoco libanese diverso a cucinare per tutti.

granchioIeri vi ho raccontato scrivendo la mia guida a Stoccolma della pazzissima festa dei gamberi che organizzano ogni anno in Svezia ad agosto ed oggi torno ancora a decantare crostacei, tessendo le lodi dei bei granchi in mostra allo Swan Oyster Depot di San Francisco.

Dal lontano 1945 la famiglia Sancimino importa pesce fresco e davanti agli occhi soddisfatti dei clienti apre ostriche, sguscia gamberi e combatte contro le super chele dei granchi, accompagnando ogni ahoi con una birra fresca! Il locale è molto piccolo, ma non appena vi serviranno al bancone ciò che avete scelto, resterete più che soddisfatti.

Sushi_fisch_Japan_Tokio_237043129Uno dei piatti più ricercati della cucina internazionale: il sushi signori! Tenendo fede di quanto riportato nella Guida Michelin, che ritengo fonte più che autorevole in fatto di cibo, è proprio al Sukiyabashi Jiro che potete gustare il migliori sushi del Giappone.

Questo sushi bar di Tokyo ha una grande nomea, ma soli 10 posti al bancone, quindi se volete fermarvi qui dovreste fare attenzione a prenotare con largo anticipo. Il locale è gestito da un arzillo 85enne giapponese, ripreso anche nel film Jiro Dreams of Sushi mentre mostra la sua tecnica artistica per preparare questi gustosi bocconi.