Se ieri vi siete divertiti a leggere il primo articolo sulle 20 città italiane scavate nella roccia, oggi è tempo di leggere la seconda parte del racconto e non perdersi le ultime 10. Nel primo articolo vi ho citato alcune tra le più note, in questo secondo ho intenzione di catturare la vostra attenzione e portarvi a considerare anche mete più inconsuete. Il fascino di questi borghi italiani è indiscusso: che siano speroni di roccia a picco sul mare, tunnel sotterranei o ancora agglomerati urbani su alte colline, la loro bellezza è un tesoro da scoprire.

Io ve li indico e consiglio come mete per un weekend fuori porta: non sono lontane da raggiungere, ed è bello fermarsi una notte a rilassarsi in una cornice diversa dal solito. Pronti allora? Eccoci alla scoperta delle città rimaste.

Polignano a mare – 20 città italiane scavate nella roccia

Isolato e non molto distante dal centro di Polignano, a pochi metri dalla Terra ferma, sorge Lo Scoglio dell’Eremita, facilmente raggiungibile seguendo un comodo lungomare con una piacevole passeggiata che da Largo Ardito raggiunge il Campo Sportivo.

polignano_puglia

Quella di Lama Monachile è sicuramente la spiaggia più fotografata e più amata: costituita da ciottoli bianchi e con acqua limpidissima, si trova poco fuori dal centro storico cittadino e per accedervi bisogna attraversare un pittoresco pontile e fermarsi accanto alla Statua ridente di Domenico Modugno, benemerito cantante italiano, che qui apre in una posa liberatoria le braccia al cielo, proprio a volare gridare al cielo il suo famoso’ Volareee’.

niceLe strutture in città sono a dir poco incantevoli: cominciando dalle tipiche casette in pietra come il Tra le Mura, che ha un costo di 30€ a testa a notte, si arriva a dimore che trasudano lusso, come il famoso Covo dei Saraceni, a picco sul mare. Un’attrazione assolutamente imperdibile, seppure preclusa a molti è il Ristorante Grotta Palazzese, ubicato nella scogliera e con una vista d’incanto.

Qui hanno cenato diverse celebrità, ma il solo coperto ha ahimè un costo superiore a 10€. Per voi ho selezionato alcuni B&B in centro: ho scelto quelli con le camere più pittoresche e le migliori valutazioni utenti, tenendo sotto controllo il portafoglio.

Vai alle offerte in zona

20 città italiane scavate nella roccia – Sant’Agata de’ Goti

Proprio in Campania, potrete scorgere uno dei borghi nella mia lista, quello di Sant’Agata de’ Goti: le abitazioni cittadine si sviluppano su un blocco tufaceo al centro di due fiumi e pare essere tanto antica da risalire alla Prima Guerra Sannitica. Da vedere assolutamente è la Cattedrale dell’Assunta, assieme al Castello ed alla Chiesa intestata al Santo Patrono italiano, San Francesco.

brutta

Controlla le offerte

Tellaro, Liguria – 20 città italiane scavate nella roccia

Nella lista dei borghi più belli d’Italia compare la piccola Tellaro, un villaggio costiero che segue nel suo sviluppo urbano l’andamento della scogliera e che si affaccia direttamente sul borgo di La Spezia. Bellissimo in zona, il Castello con l’annesso palazzo Doria. Nel periodo di Natale un motivo in più per andarci, il Natale Subaqueo.

Tursi & Valsinni, Basilicata – 20 città italiane scavate nella roccia

Facciamo rotta verso la Basilicata per imbatterci per primi in Tursi, nella zona dei calanchi. La città sembra sospesa nel tempo: bello da mozzare il fiato il quartiere della Rabatana, in pieno centro storico, che testimonia i passati insediamenti arabi nella zona. Una delle specialità regionali da assaggiare assolutamente prima di dirigersi nella vicina Valsinni sono i falagoni con il tipico ripieno di patate e bietole.

valsinni

A Valsinni ci sono stata diverse volte: domina la valle del Sinni, all’interno del Parco nazionale del Pollino ed è visibile dalla statale. Questa zona lucana è famosa per i reperti greci, ma la città nel dettaglio fu roccaforte di una delle poche poetesse italiane medioevali, Isabella Morra.
Dai uno sguardo agli Hotel

Ragusa Ibla, Sicilia – 20 città italiane scavate nella pietra

Ibla è il centro pulsante di Ragusa, con un marcato stile barocco e una posizione di controllo sulla vallata circostante. Statue, ville e monumenti raccontano la gloria del borgo.

Calcata & Vitorchiano, Lazio – 20 città scavate nella roccia

La città di Calcata sembra venir fuori a gran voce dalla roccia ed è una delle mete preferite da artisti ed hippie e si alza a dominare la vallata del Treja. Dove siamo? A soli 40 chilometri dalla Capitale, Roma. Un weekend perfetto tra il traffico e la movida romana e la tranquilla pace di Calcata…

Nella provincia di Viterbo invece voglio farvi dare uno sguardo a Vitorchiano con il suo bellissimo centro storico medioevale a due passi dalla Selva di Malano.

Massafra, Puglia – 20 città italiane scavate nella roccia

Siamo in provincia di Taranto, per la precisione a Massafra, nota principalmente per due motivi: il Carnevale e le gravine, le meravigliose conformazioni carsiche che caratterizzano la Murgia. All’interno delle gravine potrete addirittura scorgere abitazioni rupestri risalenti al Neolitico. Proprio qui ha inizio l’oasi WWF del Monte Sant’Elia: un’idea per un’escursione nel weekend?

Castelmezzano, Basilicata – 20 città italiane  scavate nella roccia

Nel cuore delle Dolomiti lucane, sorge il borgo di Castelmezzano, che ho personalmente visitato e che seppur difficile da raggiungere in inverno, è assolutamente pittoresco. Per arrivarsi, bisogna percorrere una tortuosa strada montana ed immergersi tra i boschi di faggio. La città è abbastanza famosa per uno sport estremo che qui va molto di moda: il Volo dell’angelo è la main attraction della Città di Castelmezzano!