Proprio di recente la Foundation for Environmental Education ha premiato le migliori spiagge italiane: le Bandiere Blu italiane sono salite a 280 e proprio nella sede della regione Lazio ha avuto luogo proprio la premiazione ufficiale della 29esima edizione. Quanto conoscere questo riconoscimento internazionale? Voglio spiegarvi cosa è una Bandiera Blu e perché nel momento in cui scegliete una meta per le vostre vacanze in riva al mare dovreste tenerle presenti.

Cosa è una Bandiera Blu? Guida al premio

Nel 1987, anno europeo dell’ambiente, fu istituito questo riconoscimento internazionale: ogni anno viene assegnato in 48 paesi. All’inizio si limitava alla sola area europea, ma di recente è stato allargato anche ad aree extra europee. Quale è l’obiettivo del riconoscimento? La FEE (Foundation for Environmental Education) assegna le Bandiere Blu alle località turistiche balneari che rispettano i criteri di sostenibilità ambientale.

La Bandiera Blu è dunque un eco-label volontario, che promuove una gestione sostenibile del territorio. Facciamo un esempio pratico: come può una spiaggia guadagnarsi una Bandiera Blu? Ci sono dei criteri: campionature delle acque necessarie, informazioni sulla qualità delle acque, servizi di qualità e codice di condotta da seguire.

8

Le Bandiere Blu per la Puglia

In Puglia ci sono davvero spiagge bellissime: la regione è non a caso nella top 10 delle destinazioni turistiche più richieste nella bella stagione. Dalla costa Adriatica al Salento, con stop sul Golfo di Taranto: eccomi qui per presentarvi le migliori spiagge pugliesi. Una delle prime in classifica è sicuramente Ginosa, con le sue praterie di Posidonia, alghe, anemoni e spugne di mare, mentre segue a ruota Polignano a Mare. Si tratta di una delle mie località preferite, che ha dato i natali al cantautore Domenico Modugno. I 12 chilometri di litorale roccioso e frastagliato fanno proprio venire la voglia di aprire le braccia la vento e ‘Volare!’.

Bellissima anche Monopoli, con la sua distesa di sabbia dorata e le sue calette celate e Fasano. Seguendo la litoranea che collega le due troverete il paradiso della vela e delle immersioni: cosa c’è di più pittoresco di un parco archeologico a pochi metri dal mare? (Torre Egnazia).

Le Bandiere Blu della Liguria

Quest’anno la Liguria conta 3 nuovi ingressi nella lista delle Bandiere Blu: Borghetto S.Spirito, Taggia, S.Margherita Ligure. Nel Genovese ci sono diverse località degne di nota, che mi piacerebbe farvi conoscere. La zona di Chiavari, in prossimità de ‘Gli Scogli’ sembra essere davvero notevole, come Monteglia e Lavagna, mentre a Savona i riconoscimenti pullulano: partiamo da Pietra Ligure e da Loano seguiamo la litoranea fino a Celle Ligure per uno spettacolo a dir poco grandioso.

Sicilia: le Bandiere Blu dell’Isola

Annoveriamo tutto quello che ci fa pazzamente amare l’idea di una vacanza estiva in Sicilia: cassata siciliana, cannoli (yummy!), limoncello, granita, Etna, Taormina e poi…ma che spiagge! Attraversate lo stretto e fate tappa nella prima tra le spiagge, quella di Messina con vicini quali Lipari, Vulcano Spiagge, Acquacalda, e Vulcano Spiaggia Gelso per chi ama le terme a cielo aperto.

Nella zona di Trapani abbiamo la bella Marsala, a Ragusa Pozzallo ed Ispica, un paradiso!

La Campania: meta da jet set

In Campania ciò che decisamente non manca alle spiagge è il fascino: scogliere e calette nascoste con limoneti ed aranceti che colorano il panorama all’orizzonte. Lo sfondo ha una particolarità che non potrete trovare altrove: il Vesuvio a guardare la costa.

Proprio nei dintorni di Salerno si trovano alcune tra le spiagge più belle: sono sicura ad esempio che avrete molto sentito parlare di Positano e Sapri, mete da Jet set.

Tappa in Terra Sarda: le Bandiere Blu della Sardegna

Quartu Sant’Elena: una delle spiagge più belle della provincia di Cagliari come apertura per questa presentazione. Le migliori spiagge della Sardegna, con i migliori servizi e la migliore qualità delle acque sembrano trovarsi nella provincia di Olbia, con meraviglie quali La Maddalena, Palau e Santa Teresa Gallura, mentre ad Oristano troneggia quella della Torre Grande.